Flauto Traverso


 

CLASSE PRIMA - Argomenti e contenuti del corso

  • Respirazione diaframmatica: acquisizione tramite esercizi specifici.
  • Impostazione delle labbra ed emissione con l’uso dello specchio e con esercizi specifici
  • Soffio sulla testata, controllo dell’emissione e ricerca consapevole di una sempre maggiore qualità sonora.
  • Come si monta lo strumento. Postura e posizione delle mani.
  • Il colpo di lingua.
  • Le prime note: si-la-sol (si3 - la3 - sol3).
  • Pulizia, cura e manutenzione dello strumento
  • Ampliamento della tessitura fino al Re grave (Re3) e Do4.
  • Uso di semplici articolazioni tramite lo studio di esercizi e brani di musica d’insieme.
  • Uso del legato e dello staccato, varie combinazioni tra i due elementi,
  • esplorazione delle diverse possibilità timbriche dello strumento.
  • Esercizi tecnici, brani di musica d’insieme
  • Figurazioni ritmiche sempre più complesse.
  • Consapevolezza dell’uso  di semplici articolazioni applicando consapevolmente i segni di dinamica, agogica e di espressione.

Obiettivi di apprendimento

Abilità

  

  • Saper applicare la respirazione diaframmatica durante la sessione di suono
  • Corretta postura, corretta emissione e formazione del suono
  • Assimilare una buona tecnica di emissione a partire dal registro grave e proseguendo in quello medio, con progressivo sviluppo di una buona sonorità
  • Saper eseguire semplici brani sotto il profilo ritmico e melodico
  • Saper eseguire brani in varie formazioni di musica d’insieme

  

Conoscenze

  

  • Apprendere il controllo e la consapevolezza dei processi inspiratorio ed espiratorio attraverso l’uso del diaframma
  • Apprendere una corretta impostazione della posizione dei piedi, delle braccia e dell’impugnatura dello strumento
  • Attraverso gli esempi forniti dall’insegnante, apprendere la corretta posizione delle labbra iniziando dalla sola testata per poi proseguire su tutto lo strumento
  • Attraverso lo studio delle note lunghe nel registro grave e successivamente registro medio, esercitarsi per ottenere una buona qualità sonora
  • Applicare allo strumento le conoscenze del solfeggio apprese nell’ambito della disciplina di educazione musicale
  • Previo un accurato studio del proprio spartito musicale, esercitarsi a suonare con altri compagni del medesimo strumento o di altre classi strumentali 

Traguardi

  Al termine del primo anno di studi, gli alunni dovranno raggiungere una buona padronanza dello strumento nell’ambito del registro grave, e discreta nel registro medio. Ciò al fine di consentire loro di poter sostenere una esecuzione di brani musicali di congrua difficoltà davanti ad un pubblico.

Dovranno altresì sviluppare un metodo di studio efficace e che li renda maggiormente autonomi

 

 

 

 

CLASSE SECONDA- Argomenti e contenuti del corso

  • Consapevolezza dell’uso della respirazione diaframmatica attraverso il controllo dei processi inspiratorio ed espiratorio
  • Impostazione, emissione e formazione del suono tramite l’esecuzione di note lunghe
  • Tecnica di emissione nei registri grave,medio e prime note di quello acuto, con progressivo sviluppo di una buona sonorità
  • Capacità di controllo del suono e dell’intonazione nelle diverse situazioni timbriche, dinamiche e nei cambi di registro
  • Studio del legato e dello staccato, utilizzo dei diversi tipi di staccato e delle combinazioni di staccato e legato
  • Il registro medio-acuto fino al sol3
  • Figurazioni ritmiche sempre più complesse, in tempi semplici e composti

Obiettivi di apprendimento

Abilità

  

  • Approfondimento e potenziamento degli esercizi di corretta respirazione diaframmatica al fine di affrontare frasi musicali medio-lunghe (15-20 secondi di autonomia)  
  • Consapevolezza dell’uso  di semplici articolazioni tramite lo studio di scale e arpeggi
  • Applicare consapevolmente i segni di dinamica, agogica e di espressione,
  • Applicare l’uso del legato e dello staccato, l’utilizzo dei diversi tipi di staccato e delle combinazioni di staccato e legato,
  • Il registro medio-acuto fino al do4
  • Esecuzione di scale e arpeggi fino a due alterazioni (con relative minori, armoniche e melodiche) a due ottave.

  

Conoscenze

  

  • Approfondire il controllo e la consapevolezza dei processi inspiratorio ed espiratorio attraverso l’uso del diaframma
  • Apprendere l’uso delle più comuni articolazioni tra note vicine, fornito dallo studio delle scale musicali e degli arpeggi
  • Tramite l’esecuzione di studi e di brani di repertorio, apprendere e saper applicare le più comuni indicazioni di dinamica, agogica ed espressione
  • Attraverso l’esecuzione di studi e brani di repertorio, apprendere le varie combinazioni del legato, staccato e di diversi tipi di staccato
  • Apprendere l’elasticità e la fluidità nei registri medio e medio acuto

  

Traguardi

  

Al termine del secondo anno di studi, gli alunni dovranno raggiungere una buona padronanza dello strumento nell’ambito del registro grave e medio, e discreta nel registro acuto. Avranno altresì modo di affrontare brani di repertorio per due o più flauti e per flauto con accompagnamento di pianoforte o chitarra. Verranno affrontati diversi generi, epoche e stili, di livello corrispondente a quello sviluppato in ambito di padronanza strumentale, indicati in base alle potenzialità, caratteristiche e bisogni di ogni alunno.

 

 

 

 

CLASSE TERZA - Argomenti e contenuti del corso

  • Consapevolezza dell’uso della respirazione diaframmatica attraverso il controllo dei processi inspiratorio ed espiratorio
  • Tecnica di emissione nei registri grave,medio ed acuto, con una buona sonorità
  • Capacità di controllo del suono e dell’intonazione nelle diverse situazioni timbriche, dinamiche e nei cambi di registro
  • Studio del legato e dello staccato, utilizzo dei diversi tipi di staccato e delle combinazioni di staccato e legato
  • Il registro medio-acuto fino al do4
  • Figurazioni ritmiche sempre più complesse, in tempi semplici e composti

Obiettivi di apprendimento

Abilità

 

 

  • Approfondimento e potenziamento degli esercizi di corretta respirazione diaframmatica al fine di affrontare frasi musicali medio-lunghe (20-25 secondi di autonomia)  
  • Consapevolezza dell’uso  di articolazioni di media difficoltà tramite lo studio di scale e arpeggi fino a tre alterazioni
  • Applicare con maggiore consapevolezza i segni di dinamica, agogica e di espressione,
  • Applicare l’uso del legato e dello staccato, l’utilizzo dei diversi tipi di staccato e delle combinazioni di staccato e legato,
  • Saper eseguire con fluidità i registri medio ed acuto fino al la3
  • Figurazioni ritmiche sempre più complesse, in tempi semplici e composti

 

 

Conoscenze

 

 

  • Approfondire il controllo e la consapevolezza dei processi inspiratorio ed espiratorio attraverso l’uso del diaframma
  • Apprendere l’uso delle articolazioni di media difficoltà, fornito dallo studio delle scale musicali e degli arpeggi fino a tre alterazioni
  • Tramite l’esecuzione di studi e di brani di repertorio di maggiore difficoltà, apprendere e saper applicare le più comuni indicazioni di dinamica, agogica ed espressione
  • Attraverso l’esecuzione di studi e brani di repertorio di maggiore difficoltà, apprendere le varie combinazioni del legato, staccato e di diversi tipi di staccato
  • Apprendere l’elasticità e la fluidità nei registri medio e acuto

 

 

Traguardi

 

 

Al termine del terzo anno di studi, gli alunni dovranno raggiungere una sicura padronanza dello strumento nell’ambito del registri grave, medio e acuto. Avranno altresì modo di affrontare brani di repertorio di maggiore difficoltà per due o più flauti, per flauto con accompagnamento di pianoforte o chitarra e all’interno di una compagine orchestrale. Verranno affrontati diversi generi, epoche e stili di livello corrispondente a quello sviluppato in ambito di padronanza strumentale, indicati in base alle potenzialità, caratteristiche e bisogni di ogni alunno.

Ultima modifica il 13-04-2021 da GUGLIELMO MAESTRONI