Modello Organizzativo

Oltre al monte ore minimo previsto dalla legge (30 ore), offre un’organizzazione generalizzata a tempo prolungato di 36 spazi settimanali di 55 minuti.

E’ possibile inoltre richiedere di poter frequentare il corso ad indirizzo musicale.

Coloro che richiedono di iscriversi all’indirizzo musicale vengono convocati per un test orientativo attitudinale: infatti, anche se gli alunni possono esprimere la propria preferenza riguardo allo strumento che desidererebbero imparare a suonare, sono gli insegnanti di strumento ad orientarli, a seconda delle loro attitudini.

Tale indirizzo di studi, che investe l’intero triennio, consiste in un corso di strumento musicale (flauto traverso, pianoforte, chitarra, clarinetto, percussioni, violoncello, violino), il cui insegnamento viene impartito per uno/due spazi alla settimana come lezione individuale/piccolo gruppo e per due spazi come lezione collettiva (laboratorio orchestrale).

Sono previsti momenti dedicati allo sviluppo delle capacità tecniche, della lettura musicale e della musica d’insieme.

L’insegnamento di strumento è a tutti gli effetti una materia curricolare: come tale riceve la valutazione sulla scheda quadrimestrale e il livello di competenza raggiunto viene verificato nel corso dell’esame di Stato finale.

Nel corso del triennio gli studenti hanno l’opportunità di partecipare a manifestazioni musicali interne alla scuola (saggi) ed esterne (concorsi di esecuzione musicale, concerti presso varie associazioni del territorio ecc.). Ogni anno i brani più significativi eseguiti dagli alunni vengono registrati su compact disc.

Per il tempo prolungato e l’indirizzo musicale le lezioni sono articolate su 5 giorni (dal lunedì al venerdì dalle ore 7.55 alle ore 13.20) con 3 rientri pomeridiani (lunedì, mercoledì e giovedì, dalle ore 14.15 alle ore 16.05).